Sistema Martingala Roulette | News & Blog LeoVegas Casinò Live

Il sistema Martingala Roulette

Il gioco della roulette è uno dei giochi da casinò più antichi che ci siano: i primi tavoli da gioco sono comparsi in Francia a fine diciottesimo secolo (ciò giustifica la presenza di vari termini francesi nella mondo della roulette), per poi prendere il sopravvento nel resto d’Europa e America nel corso del 1800. Nel corso di questi secoli e fino ad arrivare a oggi, sono molti i giocatori che hanno provato a ribaltare le probabilità di vincita introducendo varie strategie, come il sistema martingala per la roulette.

Quando parliamo di martingala, ci riferiamo a un metodo legato alle puntate che si svolgono durante i vari round di gioco alla roulette. Spesso la martingala viene chiamata la strategia del raddoppio, proprio perché raddoppiare la scommessa di gioco è il fulcro di questo sistema (a seconda di un eventuale perdita oppure vincita che può accadere round dopo round).

Questo sistema nacque in Francia dove si diffuse per la maggior parte del diciottesimo secolo ed era legato a giochi d’azzardo dove si poteva scommettere fra due esisti precisi e opposti fra loro. Infatti, sembrerebbe che questa strategia sia nata per il classico gioco di testa e croce da fare con una moneta, dove si vinceva quando usciva testa e si perdeva la puntata quando usciva croce.

Considerato questo gioco, la martingala richiedeva al giocatore di raddoppiare la puntata ogni volta che perdeva, finché non riusciva finalmente a vincere e rientrare delle perdite subite (vincendo anche una posta in più). Ma come vedremo, il sistema martingala ha più difetti che pregi e provare a seguire questo metodo per aumentare le probabilità di vincita non è la cosa migliore da fare.

ROULETTE ONLINE

REGISTRAZIONE

Sommario:

Sistema Martingale Roulette: come funziona

Il metodo della martingala non si basa sul numero che esce alla roulette durante un round di gioco, ma di solito sul colore rosso o nero.  Nei casinò live questo sistema può venire applicato a giochi diversi ma la roulette è dove i giocatori tendono a usare di più la martingala. Ma come funziona la martingala nella roulette?

Questo metodo si può applicare alle “puntate esterne” che pagano due volta la quota della puntata, come:

Rosso o nero (Rouge ou Noir)

Numeri pari o dispari (Pari ou Impair))

Numeri da 1 a 18 o da 19 a 36 (Manque ou Passe)

Chi usa la martingala, basa la propria strategia sul raddoppio: significa che il giocatore deve scegliere una di queste scommesse e continuare a puntare finché non otterrà una vincita (nella maggior parte dei casi si sceglie il rosso e il nero). Se dopo la prima puntata si subisce una perdita, il giocatore deve raddoppiare la propria puntata. In tal caso, se alla seconda puntata il giocatore vince, rientrerà della perdita iniziale e poi vincerà la propria puntata.

In altre parole, questo tipo di strategia richiede di raddoppiare la puntata a ogni turno perdente. Un sistema che, con molta probabilità, è più facile da comprendere e attuare, piuttosto che usarlo per riuscire a vincere sul lungo termine come vedremo nel prossimo paragrafo.

Esempi del sistema Martingala

Rendiamo tutto più concreto con un esempio del sistema martingala in azione. Immaginiamo di scegliere come puntata la cifra di 2 euro e di iniziare a fare le nostre scommesse scegliendo il rosso e il nero. A forza di giocare alla roulette, ci troveremo di fronte a uno di questi tre scenari:

Puntiamo sul rosso e vinciamo perché esce il rosso

Puntiamo sul rosso ma perdiamo perché esce il nero

Puntiamo sul rosso ma perdiamo perché esce lo zero, che è di colore verde

Notato dove si trovano i problemi del metodo della martingala? Nel primo scenario, puntiamo 2 euro e vinciamo 4 euro (raddoppiamo quindi la nostra puntata). Ma è negli altri due scenari che sorgono i problemi.

In caso uscisse nero, siamo costretti a raddoppiare la puntata: andremo a puntare 4 euro anziché solo 2, per poi attendere l’esito della scommessa. Se esce il rosso, allora vinciamo 8 euro (perché ne avevamo puntati 4): da questa cifra recuperiamo la perdita subita prima (4 euro) e vinciamo una puntata (gli altri 4 euro). Ma cosa accadrebbe se uscisse di nuovo il nero?

Avremmo perso di nuovo e al terzo round ci troveremmo a puntare ben 8 euro per seguire la strategia della martingala. In caso di ulteriore perdita, la cifra da puntare diventerebbe 16 euro e così via. Il primo rischio, quindi, è il raddoppio costante della puntata: si rischia di arrivare a un punto dove la cifra da scommettere è al di sopra delle disponibilità economiche del giocatore.

Il secondo rischio invece è legato ai potenziali limiti sulle puntate che ci sono nei casinò: in certi casi i tavoli delle roulette posson avere limiti sulla massima puntata, il che andrebbe a compromettere la martingala (visto che diventa impossibile raddoppiare, se necessario, oltre una certa cifra).

Il terzo rischio invece è legato al terzo scenario ed è causato dalla probabilità matematica: nella roulette lo zero è un numero che porta sempre un vantaggio al casinò, come in questo caso. Infatti, se si punta sul rosso per fare la martingala, si subisce una perdita quando esce ovviamente il nero, ma anche con lo zero (che è verde).

Ciò significa che sul lungo termine è impossibile, a livello statistico, riuscire ad avere dei profitti usando la martingala: perché 18 numeri saranno pure a nostro favore (i rossi), ma ci sono altri 19 numeri (i 18 neri più lo zero) che sono contro di noi, il che garantisce un vantaggio sempre al tavolo da gioco della roulette e non ai giocatori.

Viene stimato che il casinò dispone di un 2,7% di vantaggio sul giocatore quando si applica la martingala (valore che aumenta a 5,26% se si sta giocando alla roulette americana dove è presente sia lo zero, sia il doppio zero).

Il sistema Gran Martingala

Come per ogni strategia nel mondo del gioco d’azzardo, con il passare del tempo i giocatori hanno introdotto delle varianti al sistema martingala. Uno dei più conosciuti è il sistema Gran Martingala. Di cosa si tratta? Questo metodo segue esattamente la martingala classica e va oltre: bisogna raddoppiare la puntata ogni volta che si perde e aggiungere anche una posta in più.

Proseguendo con l’esempio di prima, se si punta 2 euro e si perde, allora dopo dovremo puntare 4 euro (raddoppiando) e sommando un’altra puntata base (quindi 2 euro), per un totale di 6 euro. Anche in questo caso, rimangono validi tutti i limiti della martingala classica e aumentano anche i rischi (visto che aumenta il totale della puntata scommessa a ogni giro di roulette).

Il sistema Antimartingala

Altra variante molto gettonata dai giocatori, il sistema antimartingala viene chiamato anche martingala inversa. In questo caso, il sistema si basa sempre sul raddoppio delle puntate ma non dopo le perdite. Infatti, usando la strategia antimartingala bisogna raddoppiare la puntata solo dopo una vincita: di solito si sceglie una “serie di round da fare ed entro quella serie, se si vince, si raddoppierà la puntata successiva (ma se si perde si riduce la puntata).

In questo caso, se puntiamo a giocare 8 round e iniziamo con una puntata da 2 euro e vinciamo, allora scommetteremo 4 euro. Se vinciamo di nuovo, passiamo da 4 euro di scommessa a 8 euro, ma se a questo punto perdiamo, riduciamo e torniamo indietro a 4 euro e così via.

Questo sistema di martingala inversa vorrebbe fare leva sul concetto di “serie vincente”: ovvero quando un giocatore si trova in una serie positiva di vittorie proseguirà con aumentare le puntate successive e quindi ad aumentare anche le sue vincite. Se invece si trova in una serie negativa connotata da perdite, riducendo gli importi fino alla puntata base, il giocatore limiterà le proprie perdite.

Anche in questo caso, sono veri tutti i limiti e rischi della martingala classica, così come a livello statistico non esiste nessun modo preciso per prevedere eventuali serie di vincite o di perdite, perché per ogni scommessa può accadere qualsiasi risultato.

Si può giocare la Martingala nella roulette online?

La strategia della martingala si può applicare sia nei casinò fisici, sia nei casinò online. Perciò si può usare questo metodo anche giocando alla roulette online, ma rimangono gli stessi problemi segnalati prima:

I tavoli da gioco virtuali possono avere dei limiti sulla puntata massima

Se una serie negativa di perdite prosegue per troppo, il giocatore rischia di non avere soldi a sufficienza sul suo conto online per continuare con la martingala

Nel lungo termine, la presenza dello zero renderà impossibile avere dei profitti nel lungo termine

Confronto con il sistema Paroli

Rispetto al sistema Paroli, la martingala classica e le sue varianti sono molto più semplici da comprendere e applicare. Infatti, ci sono varie differenze tra il sistema Paroli (il nome deriva dal francese “Faire paroli”) e la martingala classica:

Il sistema Paroli può essere applicato sia a puntate semplici (un esito o l’opposto), sia a puntate con esiti multipli (ma si preferisce usarlo su quelle semplici)

Bisogna scegliere una serie di puntate da giocare che andranno a influire sul come puntiamo

Si basa su una progressione positiva (si raddoppia quando si vince) e non negativa come la martingala classica (si raddoppia quando si perde)

Esistono più varianti come il Paroli semplice, il Paroli in avanti, il Paroli indietro, il Contro Paroli e il Paroli con il colpo di indipendenza.

CASINÒ LIVE

REGISTRAZIONE

Ti è piaciuto questo articolo? Allora ti consigliamo allora di scoprire la nostra sezione del blog dedicata alla Roulette e al casinò live

Leggi anche: