Il campo e-mail è obbligatorio
Obbligatorio

I vincitori professionisti della roulette più famosi della storia

Vincitori roulette professionisti più celebri | LeoVegas

Esistono dei veri e propri professionisti della roulette? Assolutamente sì. Questo gioco ha fatto la fortuna di molti giocatori. In quest’articolo ti parleremo proprio di alcuni personaggi del passato che hanno realizzato il sogno di molti: sbancare al casinò!

I più grandi vincitori sono diventati dei veri professionisti sui libri di storia. Ma anche al giorno d'oggi è possibile sognare di vincere cifre incredibili alla Roulette Live!

Prima di raccontarti le loro avventure al tavolo della roulette, ti consigliamo di iscriverti al nostro sito ed entrare nel mondo di LeoVegas, dove potrai trovare sempre tanti articoli interessanti sui grandi classici del casinò.

Registrati cliccando sul link qui in basso. Ti aspettiamo!

DEPOSITA

REGISTRATI

La Hall of Fame dei professionisti roulette

François Blanc, il Principe Canino, Thomas Garcia, Joseph Jaggers,Charles Wells e William Darnborough. Questi personaggi hanno fatto la storia di questo gioco, entrando a far parte, se così vogliamo dire, della nostra Hall of Fame.

La storia della roulette è piena di momenti storici e personaggi che hanno lasciato il segno. Nella maggior parte dei casi, i grandi vincitori di cui vi parleremo di seguito sono diventati delle vere e proprie leggende!

Questi uomini non erano solo dei professionisti della roulette, ma anche vere e proprie personalità di spicco ,come imprenditori e gestori di casinò, che entrarono a far parte della storia per le idee innovative che apportarono al settore del gioco d’azzardo.

Vincitori e professionisti della roulette

Di seguito passeremo in rassegna alcuni dei più celebri nomi di vincitori e professionisti della roulette, descrivendo gli aspetti più significativi ed intriganti delle loro appassionanti storie.

Sapevi che il gioco d'azzardo ha affascinato persone e sfere sociali molto differenti tra di loro, nel corso dei secoli? Questa è la loro storia!

François Blanc e la roulette a singolo zero

Tra questi troviamo François Blanc, abile uomo d’affari e grande organizzatore di giochi d’azzardo francese. Ci sono stati pochi altri personaggi vissuti nel 1800 che hanno influenzato la roulette quanto Blanc!

Una volta trasferitosi in Germania, fece la fortune del casinò di Bad Homburg e Monte Carlo—tanto da essere soprannominato il "Mago di Homburg" e il "Mago di Monte Carlo"—superando gli ottimi risultati che aveva già raggiunto gestendo le sale da gioco a Parigi.

Piatto forte delle sue sale giochi fu proprio lei, la roulette. Al signor Blanc, viene attribuita una delle idee più innovative per l’epoca, ovvero quella di eliminare il doppio zero dalla ruota. Questo fatto lo rese senza dubbio uno dei più grandi professionisti della storia di questo gioco, anche se il riconoscimento più grande riguarda l’aspetto economico e gestionale dei suoi casinò.

L’imprenditore francese fu infatti il primo ad ideare un centro di intrattenimento completo che ispira ancora oggi la costruzione dei più moderni casinò: una sala da gioco a cui sono annessi alberghi, ristoranti, centri benessere ad altre strutture di intrattenimento.

I suoi casinò furono frequentati da personaggi facoltosi dell’epoca e divennero per lui una miniera d’oro, tanto da far sorgere dubbi sulla natura diabolica della roulette. Morì nel luglio del 1877, ai suoi eredi lasciò un patrimonio di 72 milioni di franchi.

Il principe Canino tra i giocatori professionisti

Siamo nel 1852 proprio al casinò di Homburg, dove Charles Lucien Bonaparte, fratello di Napoleone I e conosciuto ancor meglio con il nome di Principe Canino, sbancò la sala giochi diventando uno dei vincitori alla roulette più famosi di sempre.

Al gioco Charles rischiava tanto, soprattutto in forza della sua pressoché infinita disponibilità economica. E gli andava pure bene! Ad Hamburg in pochi giorni vinse una fortuna pari a 710mila franchi puntando tanto alla roulette quanto al trente-et-quarante, e soprattutto esaurendo le riserve del casinò, considerando che all’epoca le fiches non esistevano e si giocava con monete d’oro sonanti.

La sala era al collasso finanziario. La direzione del locale, con Blanc in testa, era molto preoccupata per la situazione che, però, durò poco. Pochi giorni dopo, Louis Bonaparte lasciò il casinò: la grande abilità di questo giocatore—che può essere di insegnamento—fu quella di lasciare il tavolo mentre stava vincendo e poi di non tornarci mai più!

Lo spagnolo Garcia tra i professionisti della roulette

Uno dei vincitori alla roulette più famosi del mondo è lo spagnolo Thomas Garcia. Da Barcellona, il giocatore fece ingresso nel casinò di Bad Homburg nel 1860. Si dice che fosse un commesso viaggiatore con la passione per il gioco. C’è chi pensa fosse un giocatore esperto, intelligente ed onesto; chi, invece, ha un parere totalmente opposto, ipotizzando fosse invece un astuto truffatore esperto di dadi e capace di segnare le carte.

Garcia puntava forte e vinceva spesso, pare che in totale in quel casinò abbia vinto circa 200.000 fiorini in pochi giorni (cifra molto importante per l’epoca), lasciando il casinò a secco. L’evento attirò l’attenzione della stampa che lo rese una celebrità del gioco. Durante tutta la sua permanenza pare che lo spagnolo fu in grado di accumulare un ricavo di circa 380.000 fiorini e che poi, convinto dalla sua compagna, decise di abbandonare il casinò portandosi via il bottino.

In realtà, nel 1861 tornò a Homburg, ma senza la spavalderia e la disponibilità economica della prima volta. Nonostante il soprannominato “metodo Garcia”, basato su strategie di gioco che comunque non garantivano la vincita matematica contro il banco, in questa sua seconda avventura alla roulette lo spagnolo perse molti soldi e ad Homburg non tornò più.

vincitori-personaggi-roulette-leovegas-.jpg

Jaggers, da meccanico a professionista della roulette

E che dire di Joseph Jaggers? Di mestiere faceva il meccanico di precisione. Chi meglio di lui poteva avere quindi l’intuizione che ogni roulette avesse un difetto tale da consentire ad alcuni numeri di uscire più frequentemente di altri? Forte di questa convinzione, sbancò il casinò di Monte Carlo.

Le sue prime scommesse furono molto basse, ma con l’accumularsi delle vincite, arrivò a generare scommesse sempre più alte che alla fine gli permisero una vincita di circa 2 milioni di franchi, cifra che lo colloca di diritto nell’olimpo dei vincitori di roulette. Per dovere di cronaca, bisogna anche raccontare che i responsabili del casinò, nel corso delle sue performance, si accorsero che c’era qualcosa di difettoso in quella macchina, tanto che decisero di spostarla durante l’orario di chiusura al pubblico!

Nonostante ciò, Jaggers riuscì a ritrovare la roulette nella sala, riconoscendola da un dettaglio particolare, e riprese a puntare come suo solito. Per il banco la situazione era diventata insostenibile, tanto che i gestori dovettero far intervenire un tecnico che finalmente individuò un difetto sui separatori delle caselle, e le sostituì in tutte le roulette. Fu allora che Jaggers decise di abbandonare il tavolo verde e di non mettere più piede in un casinò.

Darnborough tra i professionisti americani

L’americano William Nelson Darnborough era proprietario di una sala giochi nell’Illinois. All’inizio del 1900, a 29 anni, partì per l’Europa e vi rimase per tutta la vita, attratto com’era dal fascino del vecchio continente.

Dopo il trasferimento a Londra, iniziò a recarsi spesso a Monte Carlo per giocare al Casinò, trascorrendo ogni estate serate intere a giocare alla roulette. Solo nel 1910 portò a casa 64mila sterline, ma il vero colpo lo fece l’anno successivo, tra alti e bassi, con un suo sistema ancora del tutto ignoto.

Darnborough iniziò a puntare somme consistenti alla roulette e riuscì infine a portarsi a casa una cifra stratosferica equivalente a milioni di franchi, nel giro di 6 mesi. Poco più che trentenne, si ritirò a Londra, dove visse di rendita in una lussuosa casa e di lui non si seppe più nulla.

Charles Wells, la più alta vincita della storia

Infine, non possiamo non citare l'inglese Charles Wells. Probabilmente, il vincitore in assoluto più famoso della storia della roulette. È lui l’uomo che nel 1891 sbancò il casinò di Monte Carlo (tanto per cambiare!). Anche in questo caso alla base della sua fortuna ci fu una roulette difettosa.

Pare che grazie a una serie fortunata di 2 e di 5, Wells fece letteralmente piangere la roulette monegasca. Con ben 2 milioni di franchi in tasca, questo personaggio viene ricordato ancora oggi per aver ricevuto la più alta vincita della storia.

L’uomo, a cui fu dedicato anche un film nel 1935—per gli interessati, “L’uomo che sbancò Montecarlo”—partì col giocare una somma esigua per arrivare poi a esaurire le riserve del casinò. Accecato dal successo e dalla fama, Wells tornò nel casinò di Monte Carlo, ma questa volta la sorte gli girò le spalle fino a fargli perdere in poco tempo tutti i suoi averi.

Dopo questa sventura e ridotto al lastrico, il giocatore decise di abbandonare il gioco e di tornare ai vecchi e illeciti affari che lo costrinsero ad una vita povera e cupa fino alla sua morte a Parigi, nel 1926.

La storia dei professionisti della roulette continua!

Se ti è piaciuto leggere dei professionisti della roulette passati alla storia, allora ti consigliamo di tenere d'occhio anche gli altri articoli del nostro LeoBlog.

Qui potrai sempre trovare molte altre curiosità su questo gioco, che da così tanto tempo appassiona i giocatori di tutto il mondo!

Potrebbero interessarti anche:

Finn Night

Vinci fino a 50 free spins!

Scopri di più


L'Agenzia delle Dogane dei Monopoli (ADM) ha constatato la regolarità e completezza della documentazione e delle garanzie presentate da LeoVegas Gaming Plc (P.IVA MT 2158 4020) e ha pertanto rilasciato la concessione numero 15011. Questa licenza garantisce ai clienti di LeoVegas Gaming Plc il pieno rispetto della regolamentazione italiana in materia di gioco a distanza.

Il gioco può creare dipendenza patologica.

Consulta le probabilità di vincita qui o sul sito ADM

Gioca in sicurezza e responsabilmente

Il gioco è vietato ai minori di 18 anni

Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica. Consulta le probabilità di vincita qui oppure sul sito di ADM.