Il campo e-mail è obbligatorio
Obbligatorio

Blog

Gli Italiani che hanno vinto il pallone d'oro | News & Blog LeoVegas Sport

Gli Italiani che hanno vinto il pallone d'oro

Per tutti gli amanti del calcio, così come per gli stessi giocatori, il riconoscimento più atteso ogni anno è sempre lo stesso, ovvero la cerimonia del Pallone d’oro, noto anche con il nome francese di Ballon d’Or proprio perché questa cerimonia è stata lanciata nel 1956 dalla rivista francese France Football. Fino al 1994, il premio era anche conosciuto come Calciatore europeo dell’anno perché fino a quell’anno il trofeo veniva assegnato solamente a giocatori di nazionalità europea.

In tutta la storia del premio, Germania e Italia si sono distinte come le nazioni con più Palloni d’oro al mondo vinti da giocatori diversi (5 calciatori diversi per nazione). Se invece guardiamo i singoli giocatori che hanno vinto più Palloni d’oro, ci ritroviamo con questa classifica per i primi cinque calciatori:

Lionel Messi: 7 Palloni d’oro

Cristiano Ronaldo: 5 Palloni d’oro

Michel Platini: 3 Palloni d’oro

Johan Cruyff: 3 Palloni d’oro

Marco Van Basten: 3 Palloni d’oro

IT_SP_Animated-CTA-Banner-for-LeoVegas-Blog-Articles-MC-D89630.gif

Quanti sono gli Italiani che hanno vinto il pallone d'oro?

Per un giocatore di calcio, vincere il premio del Pallone d’oro è probabilmente il massimo riconoscimento che potrà mai raggiungere in carriera. Tanti sono i fattori che contano per aggiudicarsi la vittoria: prestazioni nel proprio campionato nazionale, reti segnate, vittorie in competizioni internazionali, europee o ai Mondiali, e così via. Nella storia del calcio italiano, per il momento solo 5 italiani hanno vinto il pallone d'oro, eccoli di seguito:

Omar Sivori - 1963

Primo italiano a vincere questo importante riconoscimento, è stato uno dei soli due calciatori a vincerlo prima del 1994, data in cui poi il premio fu esteso ai giocatori provenienti da tutto il mondo. Omar, infatti, era nato in Argentina, dove iniziò a giocare nel River Plate nel 1954 per poi trasferirsi in Italia alla Juventus nel 1957, dove rimase fino al 1965 per poi concludere la carriera al Napoli dal 1965 al 1968.

Iniziò a giocare nella nazionale argentina, per poi spostarsi nella nazionale italiana per via della cittadinanza italiana ottenuta grazie alla madre e il nonno paterno. Segnò 147 reti nella Serie A italiana e vinse il Pallone d’oro nel 1963 con 46 voti a favore dalla giuria anche per le sue straordinarie prestazioni di quell’anno nella nazionale italiana (9 reti segnate in 8 partite disputate).

Gianni Rivera - 1969

Il secondo italiano a portarsi a casa un Pallone d’Oro è stato Gianni Rivera, che nel 1969 vinse il trofeo con 83 voti a favore (superando l’altro italiano Gigi Riva che si fermò a 79 voti). Considerato una leggenda del calcio italiano e uno dei più forti numeri 10 al mondo, iniziò la carriera nelle giovanili dell’Alessandria nel 1956 e approdò poi al Milan nel 1960, squadra dove rimase per il resto della sua carriera fino al 1979.

Fu capitano del Milan per dodici anni (501 partite e 122 gol segnati con i rossoneri), vinse tre volte la Serie A italiana, due volte la Champions League e una volta la Coppa Intercontinentale. Fece parte della nazionale italiana tra il 1962 e il 1974, con ben 60 presenze, 14 goal e disputando quattro campionati del mondo.

Paolo Rossi - 1982

Il terzo italiano a vincere il Pallone d’oro fu Paolo Rossi, attaccante di caratura eccezionale che condivide con Roberto Baggio e Christian Vieri il record di marcature nei mondiali. Oggi inserito nella Hall of Fame del calcio italiano, Rossi iniziò la sua carriera nelle giovanili del Santa Lucia nel 1961 e arrivò poi prima alle giovanili della Juventus nel 1972, poi nella squadra superiore nel 1973. 

Fra le squadre italiane più importanti in cui giocò ci sono Juventus e Milan, ma anche in nazionale ha lasciato il suo segno con 20 reti (che lo classificano 13esimo fra i giocatori con più goal in nazionale) e 48 presenze. Il 1982 è stato l’anno d’oro della sua carriera: fu il primo giocatore a vincere contemporaneamente il premio del Pallone d’oro (con 115 voti), il Mondiale di Spagna 1982 e il titolo di capocannoniere proprio in quel Mondiale.

Roberto Baggio - 1993

Soprannominato da tutti il Divin Codino per i suoi capelli oppure Raffaello per la sua eleganza in campo, Baggio è stato uno dei calciatori più forti nella storia del calcio. La sua consacrazione avviene proprio con la vittoria del Pallone d’oro (prese ben 142 voti dalla giuria) nel 1993, anno in cui vinse anche la Champions League.

Iniziò la sua carriera nelle giovanili del Caldogno nel 1974, per poi approdare nella prima squadra del Lanerossi Vicenza nel 1982, per poi militare nella Fiorentina, Juventus, Milan, Bologna, Inter e Brescia, lasciando sempre il segno (nel corso degli anni vinse due scudetti, una Coppa Italia e una Coppa UEFA). È il settimo realizzatore nella storia della Serie A grazie alle sue 205 reti, mentre in nazionale è il quarto migliore marcatore con 27 reti in 56 partite.

Fabio Cannavaro - 2006

Considerato uno dei difensori più forti della sua generazione (e da molti il più forte di tutta la storia del calcio), Cannavaro è una bandiera del calcio italiano: con la nazionale ha infatti detenuto il record di presenze, avendo disputato 136 partite (venendo poi superato d Buffon) ed è il secondo giocatore con più partite giocate da capitano in nazionale (ben 79).

Vinse il Pallone d’oro nel 2006 (con 173 voti a favore), anno dell’ultima vittoria ai Mondiali della nazionale italiana, e fu anche eletto FIFA World Player of the Year. Dal 2014 è stato inserito nella Hall of Fame del calcio italiano, ma la sua carriera inizia molto prima: nel 1988 fa parte delle giovanili del Napoli, dove poi passa in prima squadra nel 1992. Giocherà poi al Parma, all’Inter, alla Juventus, al Real Madrid e infine all’Al-Ahli.

IT_SP_Animated-CTA-Banner-for-LeoVegas-Blog-Articles-MC-D89630.gif

Italiani arrivati secondi al pallone d'oro

Per ogni vincitore, c’è sempre un secondo: ma anche arrivare sul podio finale per il Pallone d’oro è comunque un riconoscimento importante alla carriera. Il caso più recente è quello di Gianluigi Buffon nel 2006, dopo la vittoria dei Mondiali (dove fu battuto dall’altro italiano Cannavaro). Andando più indietro nel tempo, troviamo il secondo posto di Roberto Baggio.

Nel 1990 il secondo posto fu raggiunto da Salvatore Schillaci, nel 1989 fu Franco Baresi ad arrivare secondo nonostante la vittoria della coppa dei campioni in quell'anno, nel 1973 toccò a Dino Zoff, nel 1971 invece fu Sandro Mazzola, nel 1969 fu Gigi Riva (battuto dall’italiano Gianni Rivera), nel 1965 fu il turno di Giacinto Facchetti e il primo giocatore italiano a cui toccò il secondo posto al Pallone d’oro fu Gianni Rivera nel 1963.

IT_SP_Animated-CTA-Banner-for-LeoVegas-Blog-Articles-MC-D89630.gif

Fino a 225 FREE SPINS + BONUS fino a 1.000€ alle slot

Ricevi 25 free spins alla verifica del conto e ulteriori 200 free spins più un bonus fino a 1.000€ sui primi tre depositi per giocare alle slot del casinò.